spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

mercoledì 28 agosto 2013

Siria, scudo missilistico, atomica, diritti umani, tensioni commerciali e caso Snowden: Washington e Mosca hanno punti di vista opposti praticamente su tutto.

Tutti i motivi del gelo tra Obama e Putin



a cura di Niccolò Locatelli



Siria, scudo missilistico, atomica, diritti umani, tensioni commerciali e caso Snowden: Washington e Mosca hanno punti di vista opposti praticamente su tutto.


[Da sinistra: Vladimir Putin e Barack Obama.
 Fonte: cnsnews.com]

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha cancellato il vertice bilaterale con il suo omologo russo Vladimir Putin previsto per inizio settembre. Obama parteciperà al G-20 di San Pietroburgo del 5-6 settembre ma poi farà una visita di Stato in Svezia.

Secondo il comunicato diramato dalla Casa Bianca, nei rapporti bilaterali non sono stati fatti progressi sufficienti a permettere lo svolgimento del summit tra Usa e Russia.

I punti più controversi della relazione tra Washington e Mosca sono indicati dallo stesso comunicato: lo scudo missilistico, le tensioni commerciali, i diritti umani, questioni internazionali di sicurezza.

Nella cancellazione del vertice è stato però senza dubbio decisivo il caso-Snowden, la talpa del Datagate cui la Russia ha da poco concesso asilo temporaneo. Washington chiede ormai da mesi l'estradizione dell'ex contractor della National Security Agency, accusato di furto di materiale di proprietà del governo statunitense e di 2 reati legati allo spionaggio. Tra Russia e Stati Uniti non è in vigore alcun trattato di estradizione.

Il Cremlino si è detto "deluso" dalla decisione di Obama, che dimostrerebbe come gli Usa non siano in grado di sviluppare un rapporto paritario con la Russia.

Ecco qualche link per capire qual è la distanza tra Washington e Mosca su alcune delle questioni bilaterali più importanti.