spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

martedì 13 agosto 2013

DEDICATO A CHI COMBATTE!

Alessandro di Battista: dedicato a chi combatte!



Questo messaggio lo dedico ai folli, a chi ferma le macchine per dargli un volantino, a chi non si rassegna a dire “signor si'” e tira fuori la testa dalla sabbia, a chi, pur avendo qualche aggancio in Australia resta in Italia perché ai “banditi” non la si può dar vinta. A chi mostra al suocero, su un Ipad, uno dei nostri discorsi in aula, a chi ogni giovedì ci aspetta sotto Montecitorio e organizza un'agora', un'assemblea pubblica in cui si parla di politica. Questo messaggio lo dedico ai cocciuti, a chi pensa che per far crescere bene un figlio occorra insegnarli ad essere bravo, non furbo, a chi fa 20 km indietro per ridare il resto a una cassiera di un supermercato che si e' sbagliata, a chi tutti i lunedì mattina mi manda un sms di carica per la settimana. Questo messaggio lo dedico a chi ha deciso di informarsi in modo alternativo, a quelli che sanno che con gli F35 non ci spegni gli incendi (Boccia, quello del PDL che lavora nel PD la pensa diversamente), a quelli che “coltivano il dubbio” che non si lasciano infinocchiare dalle parole di qualche Sindaco che il Sindaco non fa o da qualche immagine montata ad hoc dai media di regime. A quelli che non si lasciano fregare dalla nauseabonda discussione sull'IMU, ulteriore arma di distrazione di massa usata ad arte mentre l'Italia muore. A quelli che vanno in profondità, che non si accontentano mai, che vogliono sapere. Ai curiosi, perché la curiosità e' l'arma del futuro! Questo messaggio lo dedico ai miei colleghi che non demordono, che non si sono lasciati coinvolgere dal palazzo e dai privilegi che si nascondono dietro l'angolo. Ai miei colleghi che restituiscono centinaia di migliaia di euro che qualche deputato seduto vicino a loro si intasca bellamente (anche qualcuno entrato con il M5S, che dovrebbe avere il pudore di dimettersi) e magari lavora un quinto di quanto lavoriamo noi. Questo messaggio lo dedico a chi, qualche anno fa, ha avuto la lungimiranza di vedere nella rete lo strumento per eliminare gli intermediari, i coyotes come li chiamano in Latino America, perché intermediare e' il modo più subdolo di esercizio del potere. Questo messaggio lo dedico ai disoccupati, a chi ha perso il lavoro per colpa di uno Stano assente che sa solo fare gli interessi degli oligarchi e continua a violentare la collettività. Questo messaggio lo dedico agli operai invitandoli a occupare le fabbriche se i padroni, magari dopo essersi messi in tasca parte dei quattrini della cassaintegrazione, decidono di delocalizzare. Se lo Stato e' tiranno la ribellione e' un dovere! Questo messaggio lo dedico ai giornalisti e ai blogger liberi che rischiano la pelle per mettersi alla ricerca delle più scomode verità. Questo messaggio lo dedico agli attivisti del M5S, eroi moderni, esempi per noi parlamentari, voi che studiate giorno e notte per poter informare chi e' disinformato, voi che nel giro di 5 mesi siete diventati esperti di art. 138 della Costituzione, di Commissione Parlamentari, di mozioni, di compatibilità finanziarie per il reddito di cittadinanza. Voi che vi siete sbattuti, come dite sempre, “per il bene dei vostri figli”. Questo messaggio lo dedico a chi non ci sta, a chi combatte anche se la battaglia e' dura, anche se il sistema e' cosi' incancrenito da spingere il più coraggioso alla fuga, anche se l'alienazione e' cosi' collettiva che perde i contorni e si trasforma in normalità. Questo messaggio lo dedico a chi combatte e lo chiudo con le parole di Brecht: “Ci sono uomini che lottano un giorno e sono bravi, altri che lottano un anno e sono più bravi, ci sono quelli che lottano più anni e sono ancora più bravi, però ci sono quelli che lottano tutta la vita: essi sono gli indispensabili".