spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

lunedì 24 febbraio 2014

COMPLICATA LA SITUAZIONE ALL'INTERNO DEL PD, IL PARTITO SEMBRA DIVISO

Governo, Delrio: "Letta? Non abbiamo defenestrato nessuno"

Il sottosegretario a Palazzo Chigi ospite dell'Annunziata: "Se il Parlamento ci sta a fare le riforme bene. Altrimenti Renzi non ha certo paura delle urne"





"Non abbiamo defenestrato nessuno. Ci sono letture diverse di diversi contesti".Il sottosegretario di Palazzo Chigi, Graziano Delrio opsite di in ½ ora, prova a smorzare le polemiche, relativamente al cambio di inquilino a Palazzo Chigi.
Se si andrà al voto anticipato "dipenderà molto da come il Parlamento accoglie la determinatissima volontà di rifome che noi abbiamo. Se il Parlamento ci sta, bene. Altrimenti Renzi non ha certo paura delle urne".
"Abbiamo bisogno di una legge sul conflitto di interessi", aggiunge poco dopo.
Mentre spiega che il governo "non farà" una patrimoniale. "L'Imu fu una patrimoniale a tutti gli effetti, il governo Monti la introdusse perche il Paese aveva bisogno di sistemare i conti".
"Non credo che questo Paese si possa permettere di licenziare, ma deve diventare più capace". Dice poi rispetto all'ipotesi di tagli nella Pubblica amministrazione.
Infine parlando di Nicola Gratteri, il magistrato calabrese che era dato per certo alla giustizia, Delrio risponde così alla domanda se ci sia stato un veto di Silvio Berlusconi su Gratteri alla Giustizia. Le nomine dei ministri "non sono state concertate con nessuno, solo con il Capo dello Stato". In ogni caso aggiunge: "Nicola Gratteri sa che se vuole fare il consulente per la lotta alla criminalità le porte di Palazzo Chigi sono sempre aperte". "Lo consideriamo un simbolo per il riscatto morale Paese". Parole che lo stesso magistrato preferisce non commentare. Interpellato dall'Adnkronos, si limita a un secco 'no comment' sulla proposta di consulente.

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Politica/Governo-Delrio-Letta-Non-abbiamo-defenestrato-nessuno_321260077243.html