spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

mercoledì 21 agosto 2013

AUT AUT DI BERLUSCONI AL GOVERNO

Berlusconi, ultimatum al Pd: “Discussione legge Severino o crisi di governo”

Brusca accelerazione del Cavaliere, che ha perso fiducia in Napolitano e nella Corte Costituzionale, e dei falchi del Pdl. O i democratici mostrano segni di apertura per evitare la decadenza o l'ex premier, entro fine agosto, ha pronta la controffensiva mediatica. Un videomessaggio come quello del '94

Berlusconi, ultimatum al Pd: “Discussione legge Severino o crisi di governo”
Corriere e Repubblica descrivono l’accelerazione voluta dall’ex premier e dai falchi, Santanchè e Verdini per primi. Una decisione che ha sconfortato anche Gianni Letta. “Quelli che i giornali chiamano pitonesse e falchi non sono matti ma criminali”. Il cambio di strategia è dettato da una sostanziale sfiducia nel presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e in un intervento della Corte costituzionale, che le colombe considerano un’opzione per rivedere la leggeSeverino. “Volete che mi affidi a quelli che hanno già bocciato il lodo Alfano? – ha detto Berlusconi ai suoi – Sono 11 contro 4, è un plotone di esecuzione della sinistra”, riporta Repubblica
Nessuna intenzione dunque di attendere il 9 settembre, data in cui è previsto l’inizio dei lavori dellaGiunta. La prima necessità, dunque, è quella di “battere sul tempo il Pd” ed esigere risposte chiare. Come ha avvertito Gaetano Quagliariello: “Se si dovesse trasformare la giunta del Senato da luogo della meditata ponderazione al teatro di un plotone di esecuzione – ha detto il ministro alFoglio -, il centrodestra avrà il suo dramma da affrontare ma l’Italia non ne uscirebbe indenne”. Adesso la parola passa al presidente del Consiglio, atteso di ritorno da Vienna per il “faccia a faccia” con Alfano e Brunetta.