spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

venerdì 2 agosto 2013

ENI: SI E' TRATTATO DI INCIDENTE?

Centro Olio, si è trattato di un incidente



“Secondo la procedura formalizzata dal Piano di emergenza esterno dello stabilimento Cova e nel rispetto delle prescrizioni fornite dall’Aia regionale (Autorizzazione integrata ambientale) con dgr 627/2011, l’Eni ha provveduto a dare immediata comunicazione alla Regione Basilicata e alle autorità competenti dell’incidente verificatosi alle 20,10 del 27 luglio, causato da un blocco delle apparecchiature e dalla conseguente depressurizzazione della terza e quarta linea dell’impianto con l’invio di gas naturale in torcia ascrivibile a un problema sulla rete di distribuzione elettrica interna”.





Fiamma da pozzo di petrolio


 Un “evento” che per la prima volta ufficialmente viene definito “incidente” che la Ola ha segnalato al Ministero dell’Ambiente in base alla normativa Seveso a cui è sottoposto l’impianto del centro olio, evidenziando la mancata attivazione delle procedure previste dai piani di emergenza sui quali si continua – a giudizio della Ola – a minimizzare mettendo rischio la salute e l’incolumità dei cittadini e delle maestranze.

E’ quanto precisa il Dipartimento ambiente che riferisce come “L’Eni ha inoltre comunicato che nella notte tra il 27 e il 28 luglio si sono positivamente concluse le operazioni di riavvio della terza linea dell’impianto, mentre tra le 9 e le 11 del 28 luglio sono state avviate le attività propedeutiche alla messa in regime della quarta linea.

In riferimento alle prescrizioni del Dipartimento Ambiente (Dgr 627a /2011), e in linea con le procedure già attuate in circostanze analoghe, l’Eni trasmetterà una relazione tecnica nella quale saranno dettagliate le diverse fasi che hanno contraddistinto l’evento e che l’Osservatorio ambientale della Val d’Agri pubblicherà non appena l’avrà acquisita.



 http://www.olambientalista.it/centro-olio-si-e-trattato-di-un-incidente/#sthash.VNqOi1Jg.dpuf