spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

sabato 24 agosto 2013

POVERO LETTA DICE SOLO BAGGIANATE PER CONVINCERCI E MANTENERE IN VITA UN GOVERNO CHE NEPPURE CONDIVIDE

Berlusconi, Letta: “Niente elezioni e nessun piano B. Troveremo soluzione”

Il premier sembra fiducioso sulla tenuta del suo esecutivo, nonostante le tensioni dei giorni scorsi con il Pdl e dopo l'incontro con Angelino Alfano. "Non ragiono su piani B - le sue parole riportate dal quotidiano il manifesto - sono concentrato sul programma che mi sono dato: Europa sociale e della crescita". Oggi vertice ad Arcore

Berlusconi, Letta: “Niente elezioni e nessun piano B. Troveremo soluzione”
Al quotidiano austriaco Kurier il presidente del Consiglio ha ribadito la convinzione che non ci saranno scossoni per il governo: “Troveremo una soluzione”. E al giornalista che chiedeva come sia possibile che la vicenda giudiziaria dell’ex premier minacci la vita dell’esecutivo, ha risposto: ”Appunto, ci sono le leggi e a queste tutti si devono attenere”.  Nel corso dell’intervista, che il premier ha rilasciato il 21 agosto poco prima di volare a Roma per il faccia a faccia a Palazzo Chigi con Angelino Alfano, il direttore del quotidiano Helmut Brandstaetter ha chiesto di spiegare il fenomeno Berlusconi. ”Sono convinto – ha risposto il premier – che negli ultimi 20 anni ogni austriaco se ne è fatto un’idea”.
Letta spera di poter portare avanti il governo delle larghe intese per raggiungere l’obiettivo della ripresa: “Oggi la ‘terra promessa’ dell’uscita dalla crisi è finalmente a portata di mano. Giungervi, non fermarci sulla soglia, dipende da noi. Dipende  - afferma Letta, in un messaggio per la manifestazione “Toscana arcobaleno d’estate’, pubblicato su Quotidiano Nazionale - da una volontà di mobilitarci che sia all’altezza delle nostre potenzialità, che sia capace di ridarci ossigeno e farci percorrere con fiducia e forza di volontà l’ultimo miglio che ci separa dalla fine della crisi”. L'ultimo miglio? è un film un po datato.