spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

lunedì 5 agosto 2013

IN MYANNAR, SCONTRI TRA L'ESERCITO E GRUPPI DI OPPOSIZIONI

In Myanmar si avvicina lo scontro frontale

con i Wa




Il governo del Myanmar controlla soltanto parte del territorio con le sue forze armate. I gruppi etnici minoritari, soprattutto i Kachin e gli Shan, hanno milizie proprie, che spesso tengono in scacco l’esercito (mappa a lato). 
La più forte milizia etnica è quella Shan denominata the United Wa State Army, composta di circa 30 000 persone più circa 10 000 riservisti. Questo “esercito unito dello stato WA” controlla da circa vent’anni un vasto territorio a sud, vicino alla frontiera con la Tailandia, e vuole l’autonomia politica, dopo aver ottenuto l’autonomia amministrativa nel 2007 in una fascia di territorio lungo il confine con la Cina. L’esercito centrale da anni è al contrattacco delle milizie etniche, ma ha concentrato le forze nelle zone settentrionali. Ora è pronto a rivolgersi a sud, perciò ha dato l’ultimatum ai Wa, perché cedano una serie di basi militari lungo il fiume Salween. I Wa hanno accettato di partecipare a incontri e trattative, prima che l’ultimatum scada. Nel frattempo entrambe le parti stanno accumulando truppe in vista di un possibile scontro frontale.