spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

lunedì 30 settembre 2013

POSSIBILI VOTAZIONI A PRIMAVERA, SECONDO SCENARI ECONOMICI

Ecco perché lo scenario con il voto a primavera del 2014 e’ quello piu’ probabile

Uno dei 3 scenari della Crisi di Governo contempla le Elezioni.
C’e’ un piccolissimo problema per Napolitano ed il Partito Democratico: Rischia seriamente di vincerle Berlusconi (o in alternativa Grillo).
Diamo uno sguardo a cosa e’ accaduto in Campagna Elettorale nelle ultime 3 tornate:  generalmente il Centro Destra (ed anche Grillo nel 2013) e’ cresciuto, ed e’ stato sottostimato dai sondaggi. Il Centro Sinistra generalmente tende ad essere sovrastimato ed in campagna elettorale 2 volte su 3 ha perso brutalmente consenso. In sintesi “molti elettori” Berlusconiani e Grillini non rispondono alle rilevazioni, ma alla fine votano.
gpg1 (451) - Copy - Copy - Copy - Copy - Copy - Copy

In sintesi, andare ora alle elezioni, potrebbe voler dire una legnata per il Centro Sinistra. Tra l’altro elezioni nel 2013, significherebbe non aver il tempo fisico di fare le primarie.
In pratica al Centro Sinistra serve Tempo. E Napolitano fara’ di tutto per darglielo.

IL NODO LEGGE ELETTORALE
Il punto e’ che l’attuale legge proporzionale e’ cosa pessima per la sinistra: guardate cosa accadde nel 1996 e nel 2001, quando vigeva il Mattarellum, e vedrete che sistematicamente il Centro-Destra performa meglio nel Proporzionale ed il Centro-Sinistra nel Maggioritario.
gpg1 (452) - Copy - Copy - Copy - Copy - Copy - Copy
Ecco perché al Centro-Sinistra serve tempo, e servirebbe una legge elettorale che al senato torni all’uninominale.

ATTENZIONE PERO’ AL LOGORAMENTO
Nelle elezioni passate, quando ha Governato il Centro Sinistra da solo (periodo 1996-2001 e 2006-2008) alle elezioni successive e’ sempre stato un bagno di sangue. Per cui fare un qualche governo che si poggi su 20-30 transfughi o Scilipoti, e “galleggiare” per tempi lunghi, significherebbe suicidio elettorale pressoche’ certo per il Centro Sinistra

CONCLUSIONI
E’ verosimile che si voti in Primavera del 2014. Per il Centrosinistra votare prima significa rischiare seriamente di perdere, mentre votare dopo significa logorarsi ed anche in questo caso perdere. Napolitano puo’ tranquillamente evitare il voto nel 2013, allungando il brodo in consultazioni. Ovviamente un po’ di “fanti” che supportano un governo tampone si troveranno: tale governo comunque difficilmente potra’ varare una nuova legge elettorale, visto che sia a M5S che a Forza Italia non credo convenga, ma la decisione della Consulta sul Porcellum potrebbe riportare in auge il Mattarellum, che tutto sommato conviene al PD. Poi, nel frattempo, la magistratura continuera’ incessantemente ad impalare il Cavaliere.
Perlomeno passeranno 3-4 mesi, in cui potranno distribuire un po’ di “favori”, fare un po’ di sano terrorismo su Spread e fare le “primarie”.

By GPG Imperatrice