spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

mercoledì 31 luglio 2013

LAVORO: TRA IL DIRE E IL "FARE" C'E' DI MEZZO IL MARE

Lavoro, Istat: “Disoccupazione ferma a giugno, ma tra i giovani sale al 39,1%”

Al punto che tra gli under 25 ci sono 642mila ragazzi alla ricerca di un lavoro. Continua a calare, invece, il numero dei disoccupati in Germania: a luglio, il totale dei senza lavoro è diminuito di 7mila unità a 2,93 milioni, contro le attese per un dato invariato

Giovani Precari
Il tasso di disoccupazione maschile si conferma all’11,5%, lo stesso valore di maggio, che risulta il più alto dall’inizio delle serie storiche trimestrali, ovvero dal 1977. Il tasso femminile invece è pari al 12,9%, in diminuzione di 0,2 punti su maggio, ma in aumento di 1,0 punti su base annua. Anche il numero di disoccupati, pari a 3 milioni 89mila, diminuisce dell’1,0% rispetto al mese precedente (-31mila) come non accadeva da un anno, ma aumenta dell’11% in termini tendenziali, con 307mila persone in più alla ricerca di un lavoro.
Sempre a giugno l’Istat segnala una crescita nel numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni, in rialzo dello 0,3% in termini congiunturali (+39 mila unità) e dello 0,4% rispetto a dodici mesi prima (+51 mila). In particolare l’aumento tendenziale di coloro che non lavorano né sono alla ricerca di un posto è dovuto agli uomini (+120 mila). Continua a calare, invece, il numero dei disoccupati inGermania: a luglio, il totale dei senza lavoro è diminuito di 7mila unità a 2,93 milioni, contro attese per un dato invariato. Il tasso di disoccupazione è rimasto fermo al  6,8%, a ridosso dei valori minimi da due anni a questa parte.