spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

martedì 30 luglio 2013

TAV E F35, I SOLITI SCENARI

TAV E F35,  false risorse economiche


Possibile che in una crisi così devastante invece di pensare alle scuole, agli ospedali, al lavoro per i nostri figli, si debbano regalare soldi all'oligarchia economica?










Il giornale per collezionisti, ma pagato con i soldi nostri, Europa, si supera: "Nei prossimi anni in Valle di Susa arriveranno investimenti imponenti: un piccolo territorio ospiterà tre importanti infrastrutture (Torino-Lione, raddoppio Frejus, cavidotto italo-francese) con tutte le significative ricadute in termini di possibile sviluppo economico. Gli amministratori valsusini devono impegnarsi affinché queste irripetibili occasioni non vengano vanificate". Traduzione per chi non è impelagato fino al collo nelle devastazioni strategiche del Governaccio delle Larghe Intese: con i soldi nostri devasteranno la Val Susa, arricchendo pochi noti e facendo ricadere sui cittadini spese e conseguenze del debito. Pagheremo carissima l'ideologia del profitto in Val Susa e quella bellica degli F35. E le mafie (e i riferimenti in doppiopetto) brinderanno alla faccia nostra.

E i media continueranno a raccontare una verità di comodo, che tende a edulcorare e guidare l'opinione pubblica costretta ad accettare la teoria dei sacrifici crescenti, in termini di lavoro, diritti, democrazia e territorio. Nel delirio dell'ideologia che ci obbliga ad eseguire ordini insensati che provengono da un mondo opaco che non conosceiamo e non controlliamo. E che è al di fuori dei principi democratici. Un mondo che ha un nome: oligarchia. In Italia come in Russia o in Kazakistan. p.m.