spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

sabato 29 giugno 2013

RISERVE DI PETROLIO NEL MEDITERRANEO


Gazprom nel Mediterraneo

07/03/2012 | stampa | condividi

 
riverve di petrolio nel mediterraneo















La scoperta di grandi riserve di gas nel blocco 12 della Zona Economica Esclusiva di Cipro ha attirato l’interesse di numerose aziende energetiche. Secondo Natural Gas Europe, Gazprom sta cercando un ruolo nello sviluppo dei giacimenti nel mare fra Cipro e Israele.

La Russia ha stretto legami con Cipro fornendo assistenza finanziaria dopo la crisi; inoltre ha proposto a Israele una partnership per lo sviluppo dei giacimenti al largo delle coste.

Secondo il quotidiano Yediot Ahronot  Gazprom ha avuto incontri  i vertici del consorzio cui partecipano Noble e Israel's Delek Group,  he hanno scoperto i giacimenti Leviathan e Tamar  in acque territoriali israeliane. I dirigenti di Gazprom si sono recati in Israele nel 2011 proponendo un piano di sviluppo del giacimento Leviathan, situato a circa 50 chilometri dal blocco 12 cipriota. Gazprom finanzierebbe il  progetto (per un costo di circa 6-8 miliardi di dollari), che include anche  un impianto di liquefazione, in cambio di un contratto a lungo termine per l'acquisto e la rivendita di gas in Medio e in Estremo Oriente.

Israele, che ha partecipato all’esplorazione dei giacimenti ciprioti, intende partecipare alla costruzione di una centrale  di produzione di  energia insieme al governo cipriota. Il viceministro degli Esteri di Israele si è recato recentemente in Grecia,  paese alleato di Cipro, per discutere nuove esplorazioni congiunte nel Mediterraneo che potrebbero fare di Grecia e Cipro i centri di distribuzione del gas israeliano in Europa. Gerusalemme prevede di ricavare 150 miliardi di dollari annui dalla vendita del gas dei giacimenti Tamar e Leviathan, che dovrebbero essere operativi  fra il 2013 e il 2017.