spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

mercoledì 18 settembre 2013

CHI GOVERNA IL MONDO NON VUOLE CONDIVIDERE IL POTERE CON NOI

Non illudiamoci: non ci fanno veramente scegliere. Ma non è più il tempo dei leaders…


Spesso quando arriva un nuovo leader, che si presenta bene e che dice belle parole, noi ci fidiamo.  E non pensiamo che ci stiamo fidando di qualcuno che in effetti non è stato scelto da noi, ma dalle organizzazioni di controllo che presidiano da sempre il potere.









Una delle illusioni alle quali è difficile sfuggire è quella che i grandi gruppi che dominano il mondo del potere vogliano condividerlo con noi. L’illusione che di tanto in tanto, soprattutto quando ci si avvicina alle scadenze elettorali, sorga improvvisamente qualche opportunità diversa e positiva, come un nuovo leader, che ci metta in condizioni di decidere per qualcosa di migliore. Oppure che a capo di una grande organizzazione mondiale politica, economica, finanziaria o religiosa arrivi un uomo diverso e nuovo, buono e libero, che nulla abbia a che fare con i gruppi oscuri che da sempre dominano quelle organizzazioni.

Ecco, questa è proprio una illusione che tuttora ci schiavizza, e che deriva da diversi fattori: 

 - Ci piace e ci conforta pensare che tra le scelte che ci danno ce ne sia qualcuna buona: non possiamo facilmente immaginare che tutti quelli che ci vengono presentati siano “malamente”.
 Ma il fatto è che raramente pensiamo che per arrivare a quei livelli è veramente indispensabile avere l’appoggio totale di un qualche gande potere. Non è possibile altrimenti diventare - ad esempio - re, presidente o papa… Da alcune migliaia di anni. Da quando non esistono più i capi politici o religiosi ispirati dal Cielo…  che guidavano positivamente i popoli. Da tanto tempo quei livelli - ed anche i livelli di potere intermedio - sono presidiati solamente da organizzazioni di controllo che ostacolano le coscienze costringendoci a crescere per reazione ai loro comportamenti antiumani, non amorosi, predatori e manipolatori.
 - I grandi poteri trasversali anticoscienza, che controllano il potere politico ed economico, puntano su questa illusione che appaga la nostra esigenza di bene, perchè hanno bisogno di consenso per governare. E quindi con i loro media si sforzano di presentarci in modo credibile certe personalità, nascondendoci il forte legame di dipendenza di queste da loro. Presentandocele come nate e cresciute “sotto un cavolo”, come nelle fiabe, invece che accuratamente forgiate e selezionate nelle loro scuole, nei loro colleges, conventi o logge…
       - I poteri anticoscienza non sono univoci e monolitici, ma sempre composti da piramidi oscure in lotta e competizione tra loro. Nel gioco della competizione viene facile dividersi in schieramenti, in fazioni che danno l’illusione della democrazia e che fanno pensare che uno dei due sia migliore, o più conveniente. E ci inducono a ritenere che la nostra scelta sia determinante tra Bene e Male. Mentre in effetti ci vengono sempre proposte poche carte tra cui scegliere, ed in genere tutte fasulle. La libertà di scelta che ci viene data è tra personalità spesso seduttive, dipendenti da piramidi diverse ma sempre oscure e predatorie, e a loro volta soggette agli stessi poteri di manipolazione.
 - Quando si tratta di capi di organizzazioni mondiali o religiose per le quali nemmeno votiamo, basta la grancassa laudatoria dei media per assopire la maggior parte della gente. Loro devono solamente fare le dichiarazioni giuste e alcune mosse azzeccate per essere acclamati. Tutto a nostro beneficio per ottenere il nostro consenso… Ma alla prova dei fatti non metteranno mai in gioco la loro fedeltà ai livelli oscuri superiori e alle grandi strategie anticoscienza.
E noi umanamente ogni volta, come bambini ansiosi di bene, quando vediamo comparire un nuovo leader cerchiamo di farcelo piacere. E poi, se siamo sufficientemente svegli,  rimaniamo inevitabilmente delusi, in attesa del prossimo leader…
Dovremmo uscire finalmente dall’illusione, e comprendere che non ci possiamo aspettare nulla dal potere se non imbrogli, giochi di prestigio e manipolazioni per mantenere il potere col nostro consenso.
A nessuno che non appartenga a queste potenti lobbies viene consentito di assumere grandi ruoli regionali, nazionali o mondiali. Politici, economici, culturali, scientifici o religiosi.

Ma questa non è una cattiva notizia…

Così ha voluto il Mondo Spirituale perché ci svegliassimo. Perché non fossimo più solamente gregge, ma avessimo anche dal mondo del potere impulsi a diventare noi individui potenzialmente creatori per amore, come parte di una grande rete umana dotata di miliardi di grandi e liberi talenti. Che non hanno più bisogno di pastori.
Non è più il tempo dei leaders, dei maestri, dei capi religiosi…
Se dall’alto non cade nulla di buono vuol dire che il buono da costruire spetta tutto a noi, alla gente “normale” e libera che sta sviluppando la propria coscienza individuale ed un po’ alla volta quella sociale.
Non fidiamoci di loro, non fidiamoci dei grandi poteri… Ma intorno a noi, ai livelli orizzontali, affidiamoci alla coscienza che verifica, sente, pensa e agisce per amore del bene di tutti. Organizziamoci in reti orizzontali e facilmente verificabili personalmente... Non ci facciamo nemmeno illudere dalle nuove magie nere del web... della falsa democrazia che passa per circuiti elettronici che noi non controlliamo...Il risveglio delle coscienze sta già cominciando seriamente a funzionare… Non ridiscendiamo il gradino che faticosamente stiamo salendo!