spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

domenica 8 settembre 2013

Siti di e-learning, siti di domande e risposte e di cultura generale: allenare il cervello in rete

Tecnologia e Business

Nove siti internet per diventare più intelligenti

A cura di 
Siti di e-learning, siti di domande e risposte e di cultura generale: allenare il cervello in rete

Internet è il luogo in cui la maggior parte di noi passa più tempo. Non sempre però questo tempo è produttivo, anzi, spesso sprechiamo ore preziose della nostra giornata navigando e socializzando in rete. Tuttavia c’è un modo più intelligente per intrattenersi nei meandri della rete, magari migliorando la nostra condizione professionale. Open forum ha stilato una lista di nove siti che ci renderanno dei navigatori più intelligenti.
1. Clipped
Con l’enorme flusso di informazioni che investe ogni giorno i professionisti di ogni settore, questo sito permetterà di risparmiare parecchio tempo. Crea infatti un estratto delle informazioni più importanti di articoli e documenti trasformandoli in brevi notizie facili da leggere
2. Coursera
Molti imprenditori non si possono permettere di spendere le loro risorse finanziarie per la formazione a pagamento. Questo sito ha realizzato una partnership con le migliori università e organizzazioni in tutto il mondo per offrire lezioni gratuite online. L’utente ha poi la possibilità di integrare l’apprendimento in rete con letture, esercizi interattivi e testi di vario genere. Gli argomenti spaziano dalle discipline umanistiche a quelle mediche, ma anche scienze sociali, matematica economia e tecnologia. In quest’ambito anche la Khan Academy è un’ulteriore risorsa a disposizione degli utenti. 
3. Ted
Per molti anni è stato sempre molto dispendioso per i piccoli imprenditori frequentare alcune delle più innovative conferenze mondiali. Grazie a Ted, ora è possibile accedere a un catalogo di migliaia di discorsi e conferenze totalmente in maniera gratuita sul web. La maggior parte di questi discorsi hanno una durata inferiore ai venti minuti e possono essere visti, ad esempio, tra una pausa e l’altra. (Ecco un video tra i più cliccati: Dan Pink sulla sorprendente scienza della motivazione)
4. Lifehacker 
Si tratta di un sito che ha una soluzione per ogni vostro problema, fornisce tutte le risposte di cui avete bisogno. Alcuni brevi recenti articoli trattano di temi come scienza e privacy online. Ecco degli esempi “keep your internet usage private” and “10 simple Things that will Make you Happier backed by science
5. Good-is
Molte persone imparano meglio attraverso le rappresentazioni grafiche. Ecco allora un sito in cui le risposte a molte domande sul business sono spiegate attraverso lo strumento dell’infografica. Basti controllare queste due: “Come le imprese stanno creando communities” e “Come fare felici i clienti
6. Memrise
Nel mondo dei social media, i meme sono molto utilizzati. Ora, questo sito consente a chiunque di imparare un nuovo linguaggio utilizzando queste tipo di immagini, utili al cervello per ricordare alcune parole in maniera più immediata. Gli utenti potranno inoltre competere con i loro amici, guadagnando punti ogni volta che impareranno una parola. In alternativa per un apprendimento più avanzato,con Lang-8 è possibile pubblicare post scritti in altre lingue ed essere corretti da utenti madre lingua.
7. Codecademy
I professionisti hanno sempre più bisogno di imparare un po’ di più di linguaggio web di quanto in realtà riescano a fare. Questo sito rende tutto ciò più facile per chiunque sulla base di una formula molto interattiva. Risulta molto utile per l’email e il web marketing.
8. Quora
Qui è possibile ottenere risposte dagli esperti del settore. È un incredibile sito di Q&A (question and answers) curato dai migliori utenti. Tra le domande più frequenti ad esempio “Cosa significa free cash flow
9. Mental Floss
Magari questo sito non vi renderà più intelligenti, ma sicuramente migliorerà la vostra abilità nei giochi a quiz e nella cultura generale. E, perché no, riuscirete a rispondere a domande come questa: “Perché la chiamano Trinidad and Tobago?”