spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

martedì 23 luglio 2013

Delrio: "Condivido allarme di Casaleggio.

Delrio: "Condivido allarme di Casaleggio,la situazione è al limite della rabbia".

Il ministro per gli Affari regionali a Modena per un convegno: "Sono d'accordo con la drammaticità dell'appello". E su Imu e Iva va controcorrente: "Non spostano una virgola del Pil, mi assumo la responsabilità di dirlo". E sulla morte del primo cittadino Laura Prati: "I sindaci sono il vero ammortizzatore sociale di questo Paese".




MODENA - Il guru del Movimento 5 Stelle, Gian Roberto Casaleggio, "ha detto una cosa molto vera: siamo in una situazione al limite della rabbia". A dirlo è il ministro agli Affari regionali, Graziano Delrio, oggi a Modena per un convegno sulle infrastrutture. "Non è un grido d'allarme che ha lanciato lui per primo - afferma Delrio - sono alcuni mesi che diciamo che sarà un autunno molto difficile". 
L'allarme di Casaleggio, però, "lo condivido molto anche nella drammaticità dell'appello. Sono stato in Sardegna, dove i sindaci vengono minacciati tutti i giorni - spiega il ministro- e in Calabria dove, nei comuni che non vengono sciolti per mafia, i sindaci si dimettono perchè non ce la fanno".
"Imu e Iva? Non sposteranno una virgola".  "Oltre a parlare di Imu e Iva, che non muoveranno dello zero virgola il Pil del Paese, e mi assumo la responsabilità di quello che dico", sono due i punti su cui, per delrio, si gioca il futuro dell'Italia e l'uscita dalla crisi.
"I pagamenti delle pubbliche amministrazioni - spiega il ministro- e lo sblocco del patto di stabilità per le opere infrastrutturali strategiche e di messa in sicurezza del territorio. Abbiamo bisogno di far ripartire il Paese da lì". Delrio ha poi spiegato che le regole
del Patto di stabilità "hanno depresso gli investimenti e deprimendo gli investimenti abbiamo avuto più problemi con il lavoro e con il Pil". Le altre misure, come Imu e Iva, ha ribadito, "sono importanti, non è che le sottovalutiamo,  ma per creare lavoro veramente lo sblocco del Patto di stabilità, lo sblocco dei cantieri, saranno decisivi e così anche i pagamenti che ovvieranno ad un problema grande che hanno le imprese oggi, perché il vero motore del Paese sono le imprese - ha concluso il ministro - il grande problema è quello dell'accesso al credito, e di dover lavorare in condizioni di finanziamenti molto esigui". 

(22 luglio 2013)
fonte http://bologna.repubblica.it/cronaca/2013/07/22/news/delrio_condivido_l_allarme_di_casaleggio_la_situazione_al_limite_della_rabbia-63487851/?ref=HREC1-3