spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

domenica 5 gennaio 2014

IL CONTRO-DISCORSO DI FINE ANNO DI GRILLO

Il contro-discorso di Grillo: “Napolitano faccia come Cossiga si dimetta prima”

Il leader del Movimento Cinque Stelle, come da pronostico, attacca il capo dello Stato. Nel suo intervento in diretta streaming tocca la questione della legge elettorale e lancia la nuova campagna per le prossime europee

Beppe Grillo

Quindi un passaggio sulla legge elettorale: “Questo parlamento di nominati che hanno tratto beneficio dal Porcellum non ha l’autorità per definire una nuova legge elettorale. Si deve ripristinare la legge precedente, il Mattarellum, e andare alle elezioni. Il nuovo Parlamento discuterà la nuova legge. Non si può chiedere a dei ladri di fare una legge sui furti”.
Grillo passa poi al primo traguardo di questo 2014, le elezioni europee. “Il Movimento cinque stelle parteciperà per vincerle, per ridare all’Italia un ruolo centrale in Europa. Le politiche economiche europee sono contro gli interessi nazionali, dettate dagli interessi tedeschi, le ricontratteremo e se necessario disdetteremo accordi firmati da altri governi che non hanno mai sentito la necessità di informare o consultare gli italiani come Monti ha ha firmato un taglio di 50 miliardi all’anno dal 2015 nel bilancio dello Stato per 15/20 anni”.