spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

sabato 4 gennaio 2014

«Unioni civili, avanti anche senza Alfano»

Pd: su unioni civili trattiamo con chi ci sta
Vicepremier prudente anche sul superamento della Bossi-Fini
04 gennaio, 13:34




"Noi non vogliamo solo le unioni civili ma un Paese civile. Facciamo una trattativa con chi ci sta perché siamo un Paese che ha bisogno di risposte". Debora Serracchiani, presidente del Friuli Venezia Giulia e membro della segreteria Pd spiega così la linea dei Dem in una pausa della riunione della segreteria in corso a Firenze. 

"Sulla legge elettorale serve una riforma che dia governabilità e nuova credibilità all'Italia. Abbiamo fatto proposte chiare e ora sta agli altri dire se sono d'accordo o no. Noi siamo pronti alla trattativa fino in fondo". Debora Serracchiani, in una pausa della segreteria Pd in corso a Firenze, ribadisce la determinazione del Pd a chiudere in tempi brevi sulla riforma elettorale.

Ieri il vicepremier Alfano ha detto no su unioni civili e riforma della Bossi-Fini, nelle 'richieste' di Renzi in vista del Patto di Coalizione. Il centrodestra difende la posizione del leader Ncd, mentre dal Pd si sottolinea che i rapporti di forza sono cambiati e si fa capire che si è pronti ad andare avanti da soli. Pronta la replica di moderati e cattolici, che pongono paletti ed invitano il segretario Pd a non insistere o il governo rischia. Fiducioso invece è il premier, che intanto incassa il calo dello spread ed è convinto si troveranno soluzioni su tutti i temi in campo.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/daassociare/2013/03/19/Pd-verso-Speranza-Zanda-capigruppo-Camera-Senato_8425205.html