spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

domenica 5 gennaio 2014

AUGURI PIER LUIGI, PER GLI SCONGIURI CI PENSA MATTEO

Bersani ricoverato a Parma per emorragia cerebrale. “Condizioni non critiche”

L'ex ministro è arrivato al pronto soccorso di Piacenza dopo avere accusato una forte emicrania. In seguito, è stato trasferito al reparto di neurochirurgia di Parma, ma non ha perso conoscenza. Attestati di solidarietà da tutto il mondo politico




Pier Luigi Bersani è stato colpito da un grave malore questa mattina. Intorno alle 11 l’ex segretario del Pd è arrivato al pronto soccorso di Piacenza accompagnato dalla moglie e dal fratello: accusava una forte e improvvisa emicrania. I sanitari lo hanno sottoposto ad accertamenti e dall’esame della Tac è emerso un’emorragia cerebrale, secondo quanto riferito dalla Asl locale. Nello specifico si tratta di una vasta emorragia subaracnoidea, detta anche Esa, di fatto una forma di ictus.
Bersani, che non ha perso conoscenza né problemi neurologici, è stato immediatamente trasferito all’ospedale Maggiore di Parma, nel reparto di neurochirurgia, a bordo di un mezzo del 118. Qui è stato sottoposto a un’angiografia, esame dei vasi sanguigni, ed altri controlli diagnostici. Per i medici, le sue condizioni “non sono critiche”, ma non sarà dimesso in giornata. Al suo fianco c’è la famiglia, con la moglie, le due figlie e il fratello Mauro, ma all’ospedale si sono presentati anche il fedelissimo Maurizio Migliavacca, molti cittadini e parlamentari di Parma ed esponenti del Pd locale, tra cui il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli e l’assessore regionale Alfredo Peri. Decine di chiamate sono giunte ai centralini della struttura sanitaria anche da parte di cittadini che chiedevano notizie sulle condizioni di salute di Bersani. ”Ha avuto una lieve emorragia cerebrale ma sembra, per fortuna, senza conseguenze serie dal punto di vista neurologico”, ha confermato il portavoce Stefano Di Traglia.
In attesa di notizie sulle condizioni dell’ex ministro, da tutto il mondo politico fioccano attestati di vicinanza nei suoi confronti. “Un abbraccio fortissimo a Pier Luigi Bersani”, scrive su twitter Matteo Renzi, segretario Pd e suo sfidante alle primarie 2012. Il premier Enrico Letta segue l’evoluzione della salute di Bersani “passo passo, con la massima vicinanza, in contatto con i famigliari” e anche il Quirinale si tiene informato sulle sue condizioni. Arriva l’incoraggiamento del presidente del Senato Piero Grasso (“Un pensiero e un abbraccio a Pier Luigi Bersani, forza!”), mentre Laura Boldrini, presidente di Montecitorio, dice di aspettarlo presto alla Camera. “Caro Pier Luigi ti siamo tutti vicini in questo momento – commenta Nichi Vendola -. Un forte abbraccio dai compagni e dalle compagne di Sel”. L’ex premier Romano Prodi rivolge al suo ex ministro “un abbraccio grandissimo”, mentre il sindaco di Torino Piero Fassino esprime “apprensione e dolore”. E Susanna Camusso, segretario Cgil, si augura che “superi questa difficoltà il più presto possibile”.
Anche gli avversari politici esprimono la loro vicinanza all’ex segretario Pd. “Caro Pier Luigi Bersani ti sono affettuosamente vicino. Forza!!!”, è il messaggio del vicepremier Angelino Alfano. “Totale solidarietà a Bersani, viene dal territorio e della militanza, ognuno ha le sue idee, la stima è per un vero politico non un guitto”, sono le parole del senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri. ”Bersani è un mio amico personale,sono molto triste e molto preoccupato”, commenta il capogruppo forzista alla Camera Renato Brunetta. “Forza Pier Luigi, forza Pier Luigi, forza Pier Luigi”. Arriva l’augurio di pronta guarigione anche del leader della Lega Nord Matteo Salvini: “Un in bocca al lupo sincero a Pier Luigi Bersani. Su salute non si scherza, come purtroppo fece qualche pirla con Umberto Bossi”. E il leader Udc Pierferdinando Casini si dice “vicino con tutto il cuore a Pier Luigi, un vero galantuomo della politica e un grande amico”.