spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

domenica 27 ottobre 2013

CUPERLO E RENZI IDEE DIVERSE


 Cuperlo patto con Renzi? Mai, il nostro e' confronto vero.

(AGI) - Roma






l'ipotesi di siglare una patto con Renzi "non esiste. Il nostro e' un confronto vero e leale sulle prospettive della sinistra, del Pd e dell'Italia". Gianni Cuperlo, candidato alla segreteria del Partito democratico, lo dice in un'intervista al Messaggero Veneto. "Non c'e' nessun patto all'orizzonte - insiste - da parte mia c'e' la consapevolezza e la volonta', e questo si' ci puo' accomunare, di rinnovare anagraficamente, nella struttura e nelle forme di partecipazione, il Pd". Cuperlo auspica che chiunque vinca "abbia a cuore una gestione unitaria del partito. Ma non c'e' nessun patto, di nessuna natura". "Io credo che le nostre piattaforme politiche siano diverse - aggiunge Cuperlo - e penso ci divida la diversita' dell'analisi sugli ultimi vent'anni della storia politica italiana, sulle reponsabilita' della destra nell'averci portato ad una crisi morale e istituzionale, per me molto forte, e sull'idea della costruzione del campo di un nuovo centrosinistra, per me prospettiva necessaria per creare una concreta alternativa". "Ma quello che certamente ci divide di piu' e' l'idea di partito: a partire dal fatto che io penso necessaria la distinzione tra segretario del partito e candidato premier e tra incarichi di partito, a tutti i livelli, e incarichi nei governi, a tutti i livelli. No - conclude - non credo che si possa fare contemporaneamente il segretario, il sindaco, e il candidato premier contemporaneamente".