spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

domenica 27 ottobre 2013

W LA RAI

Rai, la babele dei compensi Vespa porta a casa 6,3 milioni







Il nemico degli sprechi Rai, il parlamentare che duella con Fazio per il suo compenso (in diretta tv) e che contesta l’approdo milionario di Crozza al servizio pubblico, proprio lui, Renato Brunetta del Pdl, dimentica di mettere il naso in un altro contratto da record.

In queste ore, la tv di Stato sta completando i bonifici in favore di Bruno Vespa per il suo contratto triennale come “conduttore, consulente esperto, ideatore, autore di testi”. Tra settembre 2010 e agosto 2013, il mattatore di Porta a Porta può contare intanto su 4 milioni e mezzo. Un minimo garantito, chiamiamolo così. Ma il contratto prevede un primo extra per le puntate di Porta a Porta – tutte già in palinsesto – oltre la centesima. In tre stagioni tv, queste puntate ulteriori (pagate ognuna 12 mila euro) procurano a Vespa un surplus di 901 mila euro.

Poi ci sono gli “speciali”. Elezioni Americane? Arrivano altri 43 mila euro. Speciale Elezioni? Ancora 43 mila euro. Alla fine dei conti – tra prestazioni ordinarie e straordinarie – il giornalista porta a casa 6 milioni 320 mila euro lordi nei tre anni. Ed ora Viale Mazzini rinnova il contratto di Vespa per un’altra stagione “alle medesime condizioni economiche e normative” – scrive sempre il capo del Personale – “con l’eccezione di una piccola riduzione del compenso unitario per le puntate di Porta a Porta eccedenti la centesima”.


fonte repubblica.it