spirito critico

PENSATOIO DI IDEE

mercoledì 2 ottobre 2013

LITE SALLUSTRI-CICCHITTO

Lite Sallusti-Cicchitto: "Sei traditore e vigliacco" L'azzurro: "Tu un anti-Cav"
A Ballarò va in scena lo scontro tra direttore de "il Giornale" e l'ex capogruppo Pdl: "Portate i voti a Epifani". "E tu porti Silvio nella tomba"


"Ho ricevuto una telefonata, sono sicuro il Pdl voterà la sfiducia a Letta". Il direttore de Il Giornale è sicuro, domani gli azzurri voteranno per la sfiducia al governo. Lo studio di Ballarò è una bolgia. Ospiti in studio Fabrizio Cicchitto e Alessandro Sallusti. Su Rai 3 va in onda un aspro confronto tra il direttore de Il Giornale e Cicchitto. Sallusti riscalda subito l'arena: "Chi nel Pdl voterà la fiducia a Letta è un traditore, un vigliacco". Di fianco Cicchitto salta sulla sedia e ribatte a tono: "Vigliacco ci sarai tu". A questo punto il livello dello scontro si alza. I toni si fanno sempre più aspri e Sallusti incalza Cicchitto: "Ritengo senza dubbio che chi segua Letta è un traditore. Tu Cicchitto sai solo portare voti ad Epifani". Cicchitto però non ci sta e allora reagisce: "Tu devi darti una calmata, sei abituato male. Devi regolare il tuo livello di intolleranza". 

"Sallusti antiberlusconiano" - E ancora: "Sei un antiberlusconiano. Con la strategia della disfatta state distruggendo il Pdl e non fate gli interessi di Berlusconi. Noi ci battiamo da vent'anni per le sorti giudiziarie del Cavaliere. Invece tu col tuo modo di fare non ti dimostri all'altezza di chi ti ha preceduto nel tuo giornale". Sallusti resta in silenzio e ascolta Cicchitto. Quando lo scontro finisce in studio Floris annuncia che Berlusconi ha "deciso per il voto di sfiducia a Letta". Il conduttore chiede un parere a Cicchitto, e l'azzurro risponde sicuro: "Non cambio parere, il governo deve andare avanti". 

Crozza sfotte Sallusti - L'arena di Ballarò però l'aveva già infiammata Maurzio Crozza che nel mirino della sua "copertina" aveva messo proprio Sallusti prendendolo in giro dopo la polemica avuta con Alfano per un presunto "metodo Boffo" messo in atto dal direttore de il Giornale per screditare le "colombe" e i "traditori del Pdl". Crozza così stuzzica Sallusti: "Vi divertite in redazione con tutti i dissidenti. Domani come titolerà il giornale? Quagliariello un cognato con un box a Viterbo? La suocera di Lupi è buddista? Cicchitto ha fatto le scuole da Al-Quada?". Il direttore è rimasto in silenzio. Ma da via Negri qualcuno twitta: "Crozza non fa ridere. Mai". In questa lotta tra falchi e colombe ormai non c'è più tempo per sorridere.